Il limite d’una prospettiva…

File e file d’ombrelloni

allineati sembrano

…cose inanimate

nell’ordine preciso

…d’esser cosa.

Di notte sono anime

quelle che hanno accolto

…dal riparo del sole

che parlano e vivono

come svegliati da consistenza

…prendono vita

diventando

…l’anima degli ospiti

non nell’apparenza

ma oltre ciò che è.

Di notte gli ombrelloni anima

diventano vivezza invisibile

nel confronto di profondità

che noi non percepiamo

distratti dalla coerenza

non dalla pazzia verità

che rende ombrelloni

da oggetti e cose

a…soggetti ed anime.

Di notte una spiaggia

…è viva d’essenza impalpabile

nei sussurri…nelle pieghe

nei risvolti…nelle profondità

nella stessa dualità di sempre

che rende morte …vita

e vita…morte.

  (696)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag