Cosi’ maestre…

Picchiettano laboriose

le mani cosi’ maestre

sul lavorio costante

di costruire cose logiche

che allontanano cosi’

…domande e risposte

mai poste nella vita

in quella beatitudine

di chi non vuole sapere

di chi non chiede e non sa

quanto e’ bella oltremodo

quell’apatia litigarella

con i pensieri e…i perche’

che invece recano solo

quel questionario vita

l’insulso di chi si chiede

e…non sa rispondersi.

Beate mani che picchiettano

nella realta’ diversa

di accostarsi semplicemente

ai perche’ universali

che mai sfiorano dilemma

per quella semplicita’ imparata

dalla madre terra

cosi’ avara di doni

nella laboriosita’ che la piega

quasi che l’uomo potesse

addirittura deviarne destino

creante il futuro

proprio di quelle mani

cosi’ martello di lavoro

quando il frutto dell’amore

non gli nega abbondanza.

Picchiettano laboriose

arano l’aridita’

elevano quel lavoro

di mani cosi’ nodose

nei visi solcati da sole

gia’ avvizziti da lavoro

quello stancante

di mani…solo mani…

 

  (374)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag