Misurando…

Prepararsi al giorno

quando l’anima raggiunge

la vetta della capacita’

nel capire abbastanza

quanta e’ poca la dimestichezza

con cio’ che si e’ davvero

come uomini in difficolta’

specie chi e’  tanto trincerato

nelle angustie personali

che hanno il peso dovuto

su quell’incapacita’ a viversi

ricordando solo le ferite

mai il risuscito da esse

conseguenza d’un proseguire

attraverso il disavanzo subito

ma recepito come ingiusto.

Non e’ mai cosi’ vera

quell’ingiustizia vissuta misurandola

come fosse una bilancia

nel cui piatto metti

sentimenti…emozioni…sensazioni

che al momento della pesata

hanno assunto forma diversa

nel peso diverso che le individua

nel dopo mai nel momento d’intenso

quando s’agisce di getto

senza pesare avanzo o disavanzo

ma con la priorita’ dovuta nell’attimo

quando l’agire era istintivo

quando vivere era ed e’ il momento… (485)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag