E…sempre si fugge…

Quella crescita di rabbia

cosi’ precipitosa d’istintivita’

e’ la verita’ nascosta

nella comodita’ di mai scelta

che delimita il succedere

quell’obbiettivo di conoscenza

di cio’ per cui si fugge

e…si fugge…sempre

inseguiti da non risposte

in quel mai chiedersi perche’

l’essere e’ cosi’ superficialita’

quando posto innanzi ad essere

vaga nel non essere per paura

…quella di vivere persino

…quella di amare persino

…quella di sapienza persino

di tante verita’ fatte di conoscenza

che accelera dentro il dubbio

quello amletico di coerenza

tra il dire e poi il fare

di te soltanto….esempio linearieta’

per cio’ che compete di ossequio

a quell’anima che pulsa da per se’

come guida a cui abbandonarsi

per quella regola che distingue

l’oggettiva soggettivita’ d’ognuno

che esplica nel suo cammino

il compito di vivere nella speranza

di quella compiacenza dovuta

a chi neanche sa d’essere

…esemplare unico.

  (443)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag