Muoversi nelle parole…

Muoversi nelle parole

con il dubbio tormentoso

d’una follia partecipante

al cio’ che fermiamo dentro

diversamente dalle parole.

Il diverso a cui m’inchino

e’ quel non dubitare mai

degli editti d’anima

che non hanno parola ma senso

quello che ti definisce raramente

per quel tal dei tali che dice

nel vaneggio intreccio di senso

che vuole afferrare l’impossibile

nel senso che stabilisca davvero

la pondarieta’ del gusto

di sazieta’ o fame d’ancora

che non si definisce chiaramente

per cio’ che ogni mosso diventa

nella conflittualita’ del concetto

forzato nelle parole formate

quando tutto si muove diversamente.

E” come  stoppare quel moto

d’una energia mai afferrabile

che e’ dentro ogni frazione

dentro e fuori dei corpi

dentro e fuori delle sostanze

dentro e fuori delle stasi mai tali

dentro e fuori il divenire sempre altro

nel fascino del movimento

che le parole sfiorano soltanto…

  (1190)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag