Quello ideale…

Quando…di notte

nel buio profondo

dei pensieri “carrelli”

quelli trasportanti cose

di svariata importanza

riempiti di utile ed inutile

negli acquisti fatti

da dentro un supermercato

…quello ideale d’ognuno

tra anima e ragione

che assumono l’entita’

di quel che davvero sei.

Le ferite del cuore

s’aprono di mancanze

dove cerchi l’appiglio

atto a disconoscere

quella decisione importante

dove provi ad esser coerenza

mentre tutta l’incoerenza

fa essa pure…parte di te.

I cani randagi…lontani

si litigano il posto d’esistere

mentre tu d’uguale intenso

cerchi il posto contenente

quei dislivelli interiori

che ubicano dentro padroni.

Come quei cani vorresti latrare

ma sei umano e non puoi nemmeno

essere libero di scegliere

la misura…equilibrio ottimale…

 

  (289)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag