Di qualifica…

Quanta celestita’ intorno

come fosse da inglobare

attraverso lo sguardo

per trasformarla in altro

di qualifica interiore.

I toni cosi’ variabili

nel cielo chiaro

nel mare un po’ piu’ scuro

e’ la pennellata della natura

che s’erge ad esser meraviglia

per ogni volta che guardare

resta la sintonia in noi

di qualcosa d’ancor piu’ grande

eguagliati a medesimo spessore

le meraviglie di dentro

e…quelle di fuori noi

cosi’ unite da un collante strano

a cui mai diamo retta

perche’ ci fa sentire un po’ ingenui

per quella sacra bambinita’

che comunque ci appartiene

anche se ci neghiamo tale gioia.

E sempre a dirci no

e’ l’unico modo conosciuto

per esser privi di giocosita’

quasi fosse delittuosa l’opportunita’

di renderci piu’ sereni

cosi’ da poter essere garantisti

anche verso il futuro dell’umanita’

che ha tanto desiderio di sperare… (783)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag