Nell’eccellenza…

Fare da contrasto

per scoprire poi…la vita

quella che sorregge gli aliti

di quella condizione umana

che puo’ svelarsi o nascondere

nel contrastarne l’editto.

Se sei vivo…non sei morto

e da vivo si cerca d’assumere

…quel ruolo della morte

identificato nel non voler vivere

per la paura di farlo

per la paura di dare

ma non di prendere spavaldamente

l’energia necessaria ad aprire

quella facolta’ umana di non scegliere

per quel mai che s’impone

nel gusto mortifero che e’ nero

non lucente nei richiami

che e’ sempre viversi la vita

anche  solo e sempre per un gusto

d’esser per lo meno protagonisti

non succubi di cio’ che e’ provarlo

proprio perche’ e’ un tentativo

la vita in fondo…e’ provare a

…essere amore

…essere scelta

la vita in fondo…e’ cio’ che senti

perche’ se sei…gia’ e’ tanto

nell’eccellenza di esistere… (289)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag