Pensare d’essere…

Pensare d’essere

quello che i pensieri dicono

in quell’apparire congenito

che viene dal nulla

per ritornare al nulla

…passando dalla testa

come nuvole che spariscono

nel variabile delle dimostrazioni

che esisti perche’ pensi?

Nessuno riesce a controllarli

in quell’andare e venire

che riempie la vita di tutti

in quell’incompresa validita’

che scoraggia chicchessia

per quell’attaccarsi alla mente

e…non all’anima

e…non alle sensazioni

che i pensieri non toccano

presi ad essere vuoto a perdere

nelle teste che rimbalzano

come palle che saltano

tra qui e qui a cui ci si attacca

quasi che fossero la nostra identita’

cosi’ identificati nella credenza

che se siamo  o non siamo

e’ perche’ li rifiutiamo o…accettiamo

come il piu’ grande fregato appartenente

a quella cerebrale caratteristica

che ci schiavizza nella tenacia

di crederci…ancora crederci…

  (411)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag