Similitudine…

Gabbiani appollaiati

in fila…come soldatini

ad aspettare il sole spuntare

da dietro montagne fredde.

Il capino sotto le ascelle

…nasconde ancora

il buio della notte profonda

quando lo stare così…insieme

rende la solitudine

un’illusione di stare in compagnia

…ed anche loro

animaletti volanti

provano ad ammucchiarsi

per spezzare quel tedio

…di non appartenere.

La solitudine a volte è

…anche sentirsi fuori

non focalizzando che…il fuori

…è apparenza soltanto

perchè ognuno è solo sempre

anche se in compagnia o gruppo

…sei solo.

Rassegnarsi a ciò

rendendosi conto di ciò

è già un gran bel passo

così quando afferra il tedio

…l’intensità del dolore

è solo un pò attutita

perchè comunque si soffre

come un sordo varco incolmabile

è la comunanza tra tutti…

  (471)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag