Vocio del muto…

I rumori che conosco

nelle ombre di ciò che sono

…fanno parte di me

come l’infinitezza compagna

che insieme a me percorre

la giornata di rumori

di gesti…d’ impronte

atte a definire l’intensità.

E’ una densa…intensità

che…mi accompagna nel respiro

che…mi parla nel silenzio parloso

che…mi ciba l’anima sempre

che…mi perquote come frusta

che…mi perseguita d’immenso.

E’ uno strano vocio

dentro me…vocio di sensazione

dentro me…vocio di armonia

dentro me…vocio di presente

così forte è…la voce sussurrata

che sembra possano anche gli altri

afferrarne il fragore del muto.

E’ un vocio che è muto

s’esprime nella parola

dandole un senso di quadro

facendolo vivere…il muto vive

è reso calore e colore

è reso carezza e pianto

è reso infinito e finito

è divorato …è mangiato…è percorrenza

è vissuto…è digerito…è dato…è… (269)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag