Come se…

E’ strana l’emozione

sulla riva del mare

immersa nel mio Universale

essere avvolta da un profumo

cosi’ intenso che ne dubito

…ed annuso l’aria fortemente

per saperla vera cosi’ d’odore.

Non e’ il mare

a mandare profumo

ma sono fiori che spruzzano se’

arrivando a farsi sentire

come se l’odore fosse risposta

al filo sospeso delle mie elaborazioni

mentre protagonista non sono io

ma qualcosa che mi qualifica

una bellezza indicibile

d’un Universale che mi ama

e sembra accovacciarsi nell’esprimersi

con quell’odore di fiori aperti

nella dolcezza che puo’ essere un odore

che s’infila fino a dentro il corpo

manifesto d’un dire senza parole

che e’ applauso all’invisibile

che viene a me vicino

mi sfiora e mi richiama di densita’

che piango dal grazie che porgo

mentre sono essenza di me

nell’identita’ che si forma dentro

nell’essere io…essere

mentre sono parte del reale…

  (750)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag