Arrampicati…

Secchi rami…arrampicati

nudi…sono ai lati del tronco

saldo e fermo di fortezza

nella terra umida di pioggia

nel tappeto di foglie intorno

che cosi’ di colore perso

sono solo secche ed ormai li’

abbandonate sulla terra

creando tappeto folto

su cui passi rimbombano

nel rumore schiascciante

che pare scricchiolare piano

in una richiesta forse

che odo e venero

scostando il peso del mio corpo

lontano da loro per non uccidere

quel lievito fremito ascoltato

denso di fine ormai gia’ in atto.

Povere foglie morte di vita

ancora utili di richiami

mentre ne prendo una tra tante

e…la bacio con delicatezza

mentre la ripongo sul selciato

insieme ad un grazie che le devo.

Cammino lontano dal tappeto

ascoltando il bisogno mio

di non schiacciarle perche’ son li’

abbandonate al loro destino

nel vento che le fa vibrare ancora

mentre volano nell’aria d’un mattino

…a Febbraio.

(917)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag