Lettera a Georges Bataille.


Caro amico,

Da poco ti conosco e mi dai una crescita come se, il tuo pensiero, tante volte s’apre dentro e cerco di carpirne tutto il movimento.

Mi hai dato l’emozione come se da te,dal tuo cercare avessi aperto in me una luce che piano piano cresce e porta sconforto ulteriore.

Non è tristezza amico mio ma crudezza dei limiti, quelli miei e del mondo distratto. E’ prendere visione da quella luce delle zone d’ombra oscurate dal non voler vedere come se…la cecità fosse quella comodità dove appoggiare l’esser cosa ed il limite d’esser cosa è infinito come se l’abitudine a non pensare e a prendere la vita come un non premio come qualcosa che è  lì..così, fosse un offesa maggiore del perchè.

Osservo me e ancor di più scavo e scavo come se volessi dare posizione alla tua luce che è fonte per poter meglio guardare me. Il tuo fascio di luce orienta assai il vedere come se l’ombra diventa minore e..la luce inonda con chiarezza osservando e sentendo tutta l’intensità e la sofferenza d’essere così nella crudezza di osservare i contorni, come un viso solcato dalle rughe, esempio di vissuto visualizzato in quei solchi che sono passato in uno sguardo pieno in un aspettare l’atto finale.

E’ la commedia che è la vita quando si chiude il sipario e…gli attori si spogliano del personaggio e recitano altre e altre vite. Mi fai vedere con quella luce messa lì ad illuminare me e gli altri e, mi fai piangere ancora e mi emozioni e nemmeno lo sai d’esser stato con la tua amicizia il fedele amico d’ognuno, di tutti quelli che ..ti hanno aperto il cuore senza paura dicendo grazie con l’illimitatezza di aver la chiave giusta per poter accedere a quell’oltre di cui ognuno è colmo senza saperlo.

Grazie Georges di esser stato poliedrico nell’espressione di te nonostante t’abbiano regresso in un cantuccio buio dove comunque la tua essenza fuoriesce sempre più e posso dirti che ti voglio bene e te ne vorrò sempre più…

 

 

Lettre à Georges Bataille

Cher Ami

Je te connais de puis peu et tu me fais croètre comme si ta pensèe souvent sèouvrait dedans et je cherche d’en saisir tout le mouvement.

Tu m’as donnè l’èmotion comme si de toi, de ta recherche tu avais ouvert en moi une lumière qui croèt doucement et gènère une autre peine.

Ce n’est pas de la tristesse, mon ami mais aspèritè des limites, le miennes et celles du monde distrait. C’est cette lumière qui fait voir des zones d’ombre crèès par l’envie de ne pas voir comme si d’ètre aveugle c’ètait commode pour y appuyer son ètre une chose et la limite d’ètre une chose est infinie comme si l’habitude è ne pas penser et è prendre la vie comme non-prix comme quelque chose qui est l’è comme a ce fàt une injure plus grave que le pourquoi.

Je m’observe encore plus et je creuse et je creuse comme si je voulais donne une place è ta lumière qui est source pour mieux me regarder. Ton faisceau de lumière oriente beaucoup la vue comme si l’ombre devient plus mince et la lumière se rèpand avec clartè en observant et percevant toute l’intensitè et la souffrance d’ètre ainsi dans l”èpretè d’observerles contours comme un visage ravagè par les rides exemple de vècu visualisè dans ces sillons qui sont le passè dans une regarde plein de l’attente de l’acte final.

Dans la comèdie qui est la vie quand le rideau tombe et les acteurs se dèshabillent du personnage et jouent d’autres vies. Tu me fais voir avec cette lumière mise l’è èclairer moi-mème et les autres et tu me fais pleurer encore en m’èmouvantet tu ne le sais mème pas d?avoir ètè avec ton amitiè l’ami fidèle de chacun de tous ceux qui t’ont ouvert leur cèur sans peur en te disant merci avec l’infinitè d’avoir la bonne clè pour pouvoir accèder è cet outre-soi dont chacun est plein sans le savoir.

Merci Georges d’avoir ètè si variè dans l’expression de toi-mème bien qu’ils t’aient cachè dans un coin obscur d’o’ eu tout ton essence se rèpand toujours plus, et je peux te dire que je t’aime et t’aimerai toujours plus.

 

Sempre nel vecchio blog è questa lettera che all’improvviso ho deciso con una bella gioia di fare al mio Georges. Ricordo la rivoluzione per questa lettera scritta in italiano e poi tradotta,a volo su di una spiaggia in piena estate.Nel mio chiacchiericcio,una specie di adunata per amanti di filosofia sotto il sole con un Luigi che ricordo tornando dalla sua nuotata giornaliera trafitto da un termine più appropriato,nel bel mezzo del mare,arriva trafelato,con una modifica,per definire bene nel francese parlato correttamente con l’ausilio di mezza spiaggia presi a dire ognuno una parola per meglio esprimere perchè questa mia insanità verso un morto e sepolto e poi così sconosciuto e poi così poco filosofo e poi chi diceva la sua ed io a ribattere come una grande amica di un defunto da dimenticare senza una vera importanza. Chi lo conosce? Ma chi è? Com’e'? Insomma questo Georges è diventato l’invidia per il mio amarlo che cosa ti ha fatto?Ti ha stregato ti ha confuso il cervello!!! Tutti hanno provato una sorta d’invidia per questa mia testa ma credo più per la mia anima così a volte bambina che non è possibile fingerla la condizione d’innocenza .Sono anche questo e credo che ci vuole una dose di tranquillità emotiva per reggere a codesta cascata che prorompe di vitalità ed è la mia ricchezza e poi chi mi conosce mi vuole proprio bene con poco,così poco . E’ sempre bene volersi confrontare con la magia dell’amore che è amicizia e rispetto ed educazione e poi tanto di tanto che le parole sono sempre vane ed inutili a volte. Comunque scopritelo Georges vi insegnerà troppo… è unico… è l’essere umano com’è, un casinotto…Provateci è l’amico con il quale potete confrontarvi ….

  (23542)

54 thoughts on “Lettera a Georges Bataille.

  1. We are a group of volunteers and starting a new scheme in our community. Your site offered us with valuable information to work on. You have done an impressive job and our whole community will be grateful to you.

  2. I intended to put you one little bit of word to finally thank you very much as before for your magnificent methods you have featured in this case. It is certainly pretty open-handed with people like you to make easily precisely what some people would have offered for an e book to generate some profit for their own end, mostly considering the fact that you might have done it if you decided. Those good tips in addition served like the great way to be certain that most people have the identical zeal the same as my personal own to know the truth very much more around this problem. I believe there are several more fun moments ahead for individuals who look into your blog.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag