L’erba calpestata…

L’odore d’erba calpestata

sale alle narici ad ogni passo

quando…nello scostar d’erba

si crea il varco per andare

…a toccare da vicino

nell’insenatura arroccata

il gusto vicino del mare.

E’ la cornice d’immenso

che tocca l’esplorazione

quasi a voler sfidarne ampiezza

nel coraggio d’osare avventura

mentre soffusi rumori

…d’erba schiacciata d’impronta

segna il percorso ardito.

Vado ad inesplicarmi

nel posto meno visibile

come se da un nascondiglio

mio…solo mio

riesco a gustare in pieno

…il silenzio del vento

che fruscia leggero tra spighe

…d’alta giallastra arsa radura

riprendendo spirito d’antico

quando ancora ero costì

a guardare veliero lontano

con alberi alti riempiti di vento.

Nel vento uno scialle stretto

pompante nelle lunghe vesti

come effige di una dea

rimiro d’uguale aspettare….

  (401)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag