Il chiaro…

Argento che si riflette

nello sciacquio d’onde

l’effemerità della corsa

in quel vivere spasmodico

che abbruttisce l’umano

in quel cercare l’eterno

in ciò che non è

scambiandolo poi

…per verità.

L’eterno che è in noi

poggia su pilastri

…individuabili

…raggiungibili

…afferrabili

non nella concretezza

ma nel fluido…piccolo

colpo di..fortuna

che possiamo comunque

…cogliere per noi.

Argento che riflette

il sorgere d’oro del sole

mentre…il senso di me

è chiaramente visibile

qui…sulla riva della vita

…al sorgere del sole

…al canto del mare

nella musica dolcissima

che è quanto mia

quanto…condivisibile

e nostro…solo nostro…

  (718)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag