Accarezzata…

Il mare accarezza il cuore

in questo dolce canto

io…immergo l’essenza

come cibarmi del Divino

sorridendo estasiata

andando lontano da me

in un divenire che conosco.

E’ crogiolarsi nell’ampiezza

come possedendo mille chiavi

ed aprire man mano

a strati…velocemente

ogni più piccola parte di me.

Ascolto la vibrazione

dove esisto intera

non in mille frammenti

ma…unicità assoluta

nell’oltre me in sintonia

come…un susseguirsi di note

intonate,dolci,suadenti

e…divento elemento vibrante

come una corda vibro anch’io

e nasce la sinfonia

che è mia…è bella

è…ascolto

è…musicalità

è…infinito che scorre

come una limpidezza brillante

…in una festa

…in un applauso

…in una lacrima dolce…che parla.

 

  (1785)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag