La pietanza…

Allorchè c’è l’incapacità

di raccogliere…per se stessi

ciò che la vita tante e tante volte

…ci offre

come una buona pietanza

che è lì…ad invitarti

nella sua interezza invitosa

e…non avere neanche il coraggio

…d’osare guardare

figurarsi mangiarla

credo che sia proprio spreco.

L’invito è solo assaggio

è ,solo …prendere visione

se effettivamente meritava

…l’azzardo di vita

mentre… quante pietanze

diventano acide e putride

perchè nessuno neanche si è accorto

di quanto l’invito palesava

…un proseguo ovvio.

La paura è sempre lì…sovrana

impedente ogni istinto animale

quando neanche loro

…riescono a trasmettere

quanto…l’istinto e…il fiuto

sono due emblemi di …saziarsi.

E’ la paura persino d’un grazie

a chiunque e qualunque …è visibile

anche un piatto nella fame imperante

incute fuga e retromarcia

e…non c’era veleno…

  (490)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag