Luogo d’emblema Incivilta’!

Il luogo dove abito potrebbe essere

l’esempio in piccolo”Paracelsiano”

della piu’ grande terra come paragone

che ogni piccolo e’ misura del grande

anche quello dell’educazione e rispetto

che e’ cosi’ difficile addirittura come concetto

ad essere compreso ed accettato

dietro le poche aperture intellettive

degli abitanti del piccolo e del grande!

Far capire e comprendere cos’e’ Rispetto

e’ un’impresa che mi lascia basita

dovendomi difendere dall’incivilta’

con le carte burocratiche delle leggi

che governano il vivere civile.

Chi dovrebbe poi salvaguardare il tutto

e’ proprio inadatto al ruolo che rappresenterebbe

se lo facesse comunque rispettare.

Tutto ha un prezzo e cosi’ anche le persone

svendute per la sopravvivenza propria

al comune gaudio di noncuranza pure velata

da una falsa competenza persino delle regole

“mal comune…mezzo gaudio” ?

Orari di silenzio mai rispettati

nel diritto al riposo che d’estate si desidera.

Bambini che non sanno essere altro

che il derivante di quell’educazione avuta con l’esempio

che ogni frutto e’ la conseguenza del seme piantato.

Dai balconi che si approcciano conversazioni

che niente hanno di concreto

alle sei del mattino come fosse mezzogiorno

oppure salotti di palese superficialita’

d’uno spessore alquanto carente

dove domina solo pettegolezzo ed ingiuria.

Pulitore degli spazi comuni che deficita

per cio’ che ha di non fare cio’ per cui e’ qui

mentre innalza i malumori con sana intelligenza-subdola

quella che crea scompiglio attraverso la propria verita’

quando la verita’ e’ sempre una…come Dio e’ sempre uno

comunque lo si voglia chiamare nel mondo.

Lavori rumorosi e disturbanti che vanno a deturpare

fino al 31 luglio ed oltre i decibel di sopportazione

senza ovviamente nessuna legalita’…si dice “a nero”

senza nessuna titolazione per farli

usurpando la categoria imprenditoriale

quella che paga con il suo nome come garanzia

quella che paga dichiarando…”le tasse”

senza assumere manovalanza a rischio d’infarto

perche’ anziana e poco avvezza al lavorio

con orari e rischi un po’ troppo azzardati all’eta’

ed usurpando le categorie d’ingegneri o geometri

specializzati al compito assurto

d’una qualita’ d’ottimo cosi’ usurpata.

Case urlanti di rabbie inesplose che devastano

quella agognata pace che potrebbe essere

quell’attimo di concentrazione ognuno per se stesso.

Capannelli chissa’ perche’ di soli uomini

i piu’ famosi “inciucieri” senza verita’ poggiata

sulla constatazione del degrado anche loro

d’esser ciechi e sordi alla verita’ oggettiva

di fare “Gossip” di un telegiornale condominiale

mentre se devi passare con la tua auto devi deviarli

di quanto fittamente sono occupati!

Mi viene detto…”perche’ non vai un po’ via”

…solo una decina di giorni da casa mia cosi’ mia

oppure perche’ non vendi la casa e vai via…piu’ al centro

come se la civilta’ del pensare e fare fosse peccato

come una pezza tampone capace di nascondere l’incivilta’

nella disabitudine ad essere persone degne di tale nome

mentre denunciare anche cosi’…pubblicamente lo sconcio

d’un globale ormai ovvio alle coercizioni

d’un globale che non conosce proprio le differenze

d’un essere uomo oppure non definibile d’improprieta’

quasi come se un sindaco dicesse a chi dice verita’

d’accomodarsi altrove per sedare cio’ che non sa gestire

d’una buona condotta esemplare da dare in primis a se’

accogliendo chi parla come oracolo non come usurpatore

di quella civilta’…tentativo infelice d’arrivo.

Mi dispiace solo che tutta questa carenza evidente

mi faccia anche soffrire per la pieta’

si’…di quel disamore ormai consuetudine

tra gli abitanti d’un piccolo come d’un grande luogo

mentre e’ giustificato chi minaccia l’incolumita’

d’un potere individuale di creare quell’armonico convivere

che purtroppo non si riesce a vedere figurarsi a sentire.

Blindata e’ l’intelligenza concreta di saper discernere

nella cattiveria perseguita a delinquere la terra

con quel tasso d’incivilta’ da cui mi discosto!

Scusatemi ma non mi nascondo mai…

 

  (461)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag