A passo spedito…

A passo spedito

…rimbomba in me

come tamburo

il grigio ovattato

che…rende il sentire

quasi un affanno.

Anche i passi

accompagnano il ritorno

d’un umore diverso

è…pieno di quesiti

è…pieno di pathos

come se…l’esistere

ha un peso di ansia

toccata dal senso del tempo

ponendo la vita d’ora

proiettata al dopo

quando non c’è mai dopo.

C’è ora…c’è adesso

c’è l’attimo di questo istante

e allora…dimentica tutti

…i paletti del tempo

sono proprio letali.

Impara la vita

in un altro tempo

ora…il presente.

Ritorno a casa spedita

canto una canzone inventata

fischiando al ritmo d’ora

e…son felice così

mi riprendo e mi regalo

la gioia cantando…

  (1695)

One thought on “A passo spedito…

  1. “Carpe diem quam minimum credula postero ” (Orazio)

    “Vivi il presente” (non pensando al futuro)
    confidando il meno possibile nel domani”

    Ogni giorno,anch’io,lo vivo cos

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag