Quanta paura…

Questa simbiosi elettiva

che mi unisce al me…piu’ me

e’ cio’ che caratterizza un po’

quella sorta di melanconia

che…avvolta  intorno si dissolve

quando attraverso uno scambio

d’amore profondo che mi viene incontro

riesce a sgombrarne alone

per poter…nel cambiamento elettivo

diventare forse unione intensa

con la parte migliore di me

in un’anima che e’ tono di luce

nella tenerezza che mi porgo

d’esser riuscita a pormi li’

proprio nel giusto spettro di luce

che m’accudisce e rende pace

ogni volta che quella speciale sintonia

s’appropria di quei nefasti pensieri

…stupideria che appartiene all’uomo

in quell’idea che pensare e’ proficuo

mentre in relta’ e’ devastante

ascoltare quella successione di reti

…metaforiche prigioni d’impedimenti

ad esser poi elettivamente altro

che non e’ pensiero ma anima.

Quanta paura c’e’ ad averla

quella sensazione dentro che c’e’

si’…quella tenue appartenenza strana

che c’eleva ad esser migliori

quando accettiamo che siamo questo…

 

  (369)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag