Anime “afferrose”…

Aria dolcezza paga

che s’avvolge di pace

…attorcigliata dentro

a mo’ di nodo stretto

che mozza respiro e vita

mentre muore in te l’attesa

tormento d’un estasi vissuta

che l’attimo porta via

nel momento assai preciso

pronto ad assalire il bello

di…aspirare ad altro

lontano assai da qui

nel mondo fatato di sogno

dove non esiste piu’ l’uomo

ma…le anime afferrose

d’emozione e luci dentro

che rendono misura strana

alle cose cosi’ di passaggio

che viene dimenticato il quid

di vivere pieni d’amore

non di rimostranze d’apparenza

che appartengono ai morti dentro

cosi’ solerti ad esser mai

la sacralita’ d’un compito

fatto di consistenza diversa

che appartiene forse ai sogni

quelli miei senz’altro

incidenza di un futuro da venire

quando primeggera’ l’aria dolce

nel profumo dell’amore soltanto…

  (394)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag