Attraverso l’illimitato…

Un’immagine che compare

anche se ci sono occhi chiusi

e’ quello stato di premio

che attraverso la propria interiorita’

riesce a farsi vedere…sentire…essere

con lo stato di bellezza totale

con la densita’ d’accettazione amore

che e’ la vita senza piu’ veli

ma specchiosita’ dove risplende

l’infinito che non puo’ piu’ essere

quell’illimitato a cui diamo spessore

per poterne decantare l’ampiezza

per poterne fare nell’intenzione a ricordare

quella sensazione che regala l’esistere

nella simbiosi d’armonia creabile

ogni qualvolta non la giudichiamo

con quell’umano senso che classifica

le possibilita’ ad esistere per noi

lo scegliere di maestria che non e’ follia

ma sinonimo d’accettare dopo l’ascolto

quell’essere per essere che decanta

la vita autentica che e’ scelta

in un ginepraio di”imput” posti come fascino

che demarcano la costruzione vuota

d’uno strano uomo si’ bombardato

da falsi dei che lo adombrano

in quella falla enorme nella terra

che ingoia i perduti ideali

nella struttura d’un sapere innato

che potrebbe essere ascoltato…

 

  (430)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag