Al cio’ che e’…

La meraviglia del gusto

e’ quel mai abituarsi

al sapore delle osservazioni

in virtu’ di quella crescita

che sempre identifica il cambiare

anche nel guardare l’usuale

che cambia insieme a te

che cambia nella visione porta

ad ogni diverso ed ampliato sguardo

…al cio’ che e’ in te

…al cio’ che  e’ fuori di te

mentre attraversar la vita

diventa cosi’ non abituale modo

di porgersi all’osservazione

alquanto naturale fatta da se’

di essere garantista di variabilita’

quella che ti permette di non essere

…mai staticita’ d’emozioni

…mai scontati d’azioni

…mai chiusura d’apertura

perche’ conosci la tematica della natura

in quel mai uguale d’elasticita’

…mentale e d’anima

mentre sei e diventi grande o piccolo

a secondo di come ti poni di fronte

all’”escamotage” esistenziale

atta a farti attraversare nella pienezza

la miliardesima parte d’un movimento

nel quale tu sei e…ne fai corpo

per quella legiferazione diversa

che puo’ essere vita che conduce

verso lo zero che t’identifica …

 

  (532)

One thought on “Al cio’ che e’…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag