Il terzo…

Il…terzo occhio

il…terzo orecchio

il…terzo te.

Quanto ascolto ci vuole

per arrivare a fendere per te

la possibile sensibilita’

la possibile individuazione

la possibile conoscenza

la possibile ricchezza

di…scavalcare l’ovvieta’

attraversando il tempo

lambendo lo spazio

scavalcando il luogo

ritrovando poi…quella realta’

che ti rende nel contempo

libero da schemi preconfenzionati

libero da misure obbliganti

libero da dannata realta’.

Il terzo occhio…aprilo

il terzo orecchio…sintonizzalo

il terzo te…riconoscilo

mentre il coraggio delle perdite

t’accompagna mentre viaggi

mentre intuirne la densita’

rende dopo dolore del distacco

l’incrosto scalfito da costante ascolto

la meraviglia di non appartenere

la scioccante verita’ d’esser creatori

di quel “terzo” che invece e’ te stesso

e…puoi conoscere chi sei davvero.

 

  (366)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag