Come una stella…

Gabbiani appollaiati

sull’isolotto a me di fronte

sono a sonnecchiare ancora

mentre il mare un po’ agitato

porta la fuga dei bagnanti

nei posti di combattimento

dove iniziano le proprie guerre

fatte da obblighi d’ogni genere

mentre la grande liberta’

diventera’ ricordo depositato.

Iniziano cosi’

…quegli appelli crudi

d’esser “tal dei tali”

presente al suono della scena

pronto ad esser mai verita’

ma bugia d’esibizione.

Iniziano cosi’

…quelle formalita’

d’un “per forza” che si adotta

per esser corrisposti di ruolita’

ogni giorno cosi’ da trascorrere

senza gustar la vita ma subendola

quasi fosse quella la regola giusta

per porsi a paladino della specie

fino al mai risveglio d’anima

quella che rimarra’ d’eternita’

esaustiva del cio’ che sei davvero

per esser onorato d’esser cosi’ esemplare

di quella speciale occasione avuta

per esser nato come una stella

per splendere di luce propria

di un’anima cosi’ astro portatrice…

 

 

  (522)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag