La sospensione…

Il mare contornato

da monti innevati

d’un inverno lungo

riempito di foschia

come qualcosa di rado

che…ogni tanto è sensazione

di…attesa d’un divenire.

E’ la sospensione

come un filo appesa

dentro le cose persino

permeate dalla trasparenza

in quel filo invisibile

che manovra anche te stesso.

L’attesa è sempre speranza

che accompagna ognuno

ogni istante…sempre

quando sleghiamo una giornata

sgomitolando quel filo

che riusciamo…a volerlo

…tirare e…tendere verso sè

nella speranza

dentro un grido di gabbiani

che…investono di presenza

lo sgomento…d’un attendere

nella libertà gloriosa

…in un volo semplice

che sfreccia di vento

come fosse il modo di slegare

il loro filo e…portarlo altrove

nella libertà d’un grido

c’è la sapienza…

  (1018)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag