Del mondo…vaneggio.

Ipotizzare realta’ onnipresenti

in quello sguardo nelle piccolezze

parlose di sensazioni parlanti

di quelle verita’ scavate

nello scandaglio introspettivo

dentro lo specchio della vita

cosi’ equilibrata nei perche’

mentre cambiamento e’ pronto

nel sorridere ancor piu’

alla propria anima amica

seguita con fedele piglio

per un compito espletabile

quando s’arriva ai bivii

e…sceglierla…nell’ascoltarla

pare…vaneggio del mondo

cosi’ poco pronto ad esser degno

di possedere i fili d’un tracciato

nel mai per caso che e’ li’

a darti fede al tuo incondizionato

fatto d’istinto a porgerti

quell’amore verso te stesso

che spazza via il dolore di vivere

poco affine con la tenerezza

rivolta ad essere invece pronti

ad esser gioia nella difficolta’

di solo crescere in amore

ricorrendo ad ogni istante

la bellezza di vivere nel tempo

quello che materializza e da’ forma

alla verita’ palese che t’incontra…

  (914)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag