L’altalena…

Cio’ che placa l’infinitezza

d’un chiedere irrisolto

d’una individualita’ egoica

cosi’ marcante tempo e spazio

d’anime perse e mendicanti

d’anime bloccate da corpi

nella privazione d’una identita’

tale che possa arrecare paciosita’

nell’attimo condensato

di quell’immensita’ amica

che pare richiamare dentro

l’eco del chi sei

che si propaga nell’illusione

che sei comunque  un’altalena

legato ai fili della terra.

L’altalena della terra

e’ cio’ che pare trasportare

i vissuti d’ogni piccolo personaggio

al cielo mai raggiunto

nel ciclo delle ripetizioni

imparate come legami necessarii

a far di te e di tutti

il punto fermo da cui iniziare

quel volo ch’attraversa

il percorso che scegli di vivere

pensando di meritare la coercizione

cosi’ che puo’ impedire l’arditezza

di concepire un’altalena

che parte dal cielo legata a due nuvole

mentre sfiori quel senso di liberta’…

 

 

  (517)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag