Di un’immagine…

Chiacchiere insulse

di vecchietti canuti

di capelli bianchi candidi

d’ostentazione di prodezze

nella gioventu’ ormai passata

mentre si sentono prestanti

di coraggio e mascolinita’

che invero non e’ reale

ma pavoneggiarsi diventa posa

d’un non rendersi conto

d’esser ormai vicini all’addio

senza portare nell’aldila’

la saggezza e la consapevolezza

d’aver tradito il senso

perche’ nella vecchiaia non sono diversi

da quel vuoto a perdere individuale

che certo non e’ stato ponderato.

Conquistatori ancora d’un immagine

che decade la propria esistenza

pensando d’essere prodi e forti

mentre tutto di loro e’ simbolo

di una paura di morte

combattuta con l’illusione d’aver tempo

combattuta con la pagliacceria verbale

combattuta con l’esplosione di bugia

mentre si diventa ridicolezza

sfidando la morte con spavalderia

senza limitarsi di nefandezza

mentre le carni sono flaccide

ed i capelli sempre piu’ bianchi…

 

  (491)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag