Nell’ascolto…

Il fragore del mare

…arriva fin qua

ed è un accompagnamento

questa musica d’onde

…intrecciata

con quella di voci alterate

…di gabbiani

che…arroccati sulle rocce

spiccano di grida

come una felicità estrema

invitati dallo stesso rumoreggiare

…di spuma frantumata

in mille schizzi dappertutto

che…nel sole splendono di luce

quasi fossero stelle del mare.

Schizzi d’oro e d’argento

apparenza di bianchezza

giocano a diventar pagliuzze

che nel vento…s’espandono

come artificio di natura.

Il blu…è turchese

nell’affiorar di scogli

che appaiono e…scompaiono

nell’agitato si perde l’occhio

allorchè s’apre innanzi

…all’immenso imperante.

Esulto di grandezza

anche se così piccina

m’arricchisco di coscienza

diventando insieme all’Universo

una meravigliosa essenza…

  (527)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag