La traccia…

La traccia dentro…afferrabile

da quella profonda ricordanza

che pare abbia il potere d’individuare

l’origine di quel sentire sempre

la grandezza d’un dettato muto

che attraverso l’invisibile risposta

che…ti segue…a volte palese

…a volte di sensazioni

e…tante volte d’emozione fruttuosa

in quella densita’ che ti sfiora

e…t’ama di liberta’ infinita

che non e’ mai obbligo ma…rispetto.

Tutto cio’ che tocchi d’anima

pare risplendere d’amore

mentre t’accucci dentro d’istante

e…sentire poi la grazia dell’invisibile

che pare un premiante riscontro

verso le vite altrui che si trasformano

mentre tu segui il tuo “io”profondo

scrutando l’ego mai premiante

d’esser rabdomante mentre ascolti

quella mai coercitiva arresa

al dettato della tua anima.

Quella traccia densa di te

e’ cio’ che rende visibile all’istante

quella densita’ di dolore provato

mentre allontare il cio’ che non ti serve

t’appacia di benevolenza che s’espande

come se quella densita’ fosse premio

mentre la doni…l’anima si prolifica

come un miracolo…ti ha sfiorato…

 

  (1236)

One thought on “La traccia…

  1. I cannot consider all the things we challenge ourselves with in life
    matters. On a regular basis squandered thinking
    about the different things that people deal with every single moment has become
    undoubtedly necessary, as no other man is
    going to encounter existence for us. I feel that people
    young and old should be more sane. Technology is amazing, but a lot of that which you think about is indeed abstract.
    Having a cup of tea is a zen process that brings one back to the present point in time.
    We must be more in the here and today, without being
    stressed by existence and the episodes we experience each
    day.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag