Quanto negato c’è…

Mi rifugio dentro il mare

come a…voler unire

il mio ascoltare triste

con il senso d’abbandono

dell’uomo con l’uomo

quando tutti potremmo

a volerlo davvero

essere…così felici

essere così…pieni

essere così…cristallo.

E’ come ascoltare la potenza

…d’un genere umano

pesarla dentro di quanta è

e poi…guardando

quest’immensità dinnanzi

sentire la solaggine

di non poter condividere

nè pianto…nè rabbia

nè…piegare il capo

mentre vorrei…piangere

per il senso di sconfitta universale.

E’ un peso che stamane ascolto

forse è la voglia di ricominciare

…la mia strada così piena

da fare e fare che…al confronto

questo sconforto d’Universo

è stampato dentro

come se da visi…intorno a me

capto…l’arresa alla vita

e…vorrei saper dire dal mio muto

e… vorrei parlare ed essere capita

di quanto negato c’è…

  (1000)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag