E…si’…

La cadenza del ritmo

e’ proprio stamane denso

d’una costanza di percosse

che le onde mosse da vento

ci deliziano di perdita.

E si’…nell’ascoltare

eppure nel guardare

sembra in noi cambiare

quel qualcosa che c’e’

ma che distratti d’altro

non riusciamo a completare

come fosse l’adeguamento

alla naturale propensione

a completar d’amorevolezza

quel dimenticato riposto.

Riposto nel lontano

e’ la conquista d’anima

che il silenzioso dell’intorno

degna di giocosita’ insita

quando eravamo purezza

quando il tempo non aveva danneggiato

quando noi ascoltavamo noi.

Riposto nel lontano

e’ la naturale fluidita’

che sciogliente da per se’

e’ capace di farci sentire belli

si’…anche belli qualsiasi fattezza si e’

nella classifica superficiale

di quei canoni esposti

mai di cio’ che in fondo s’erge…

 

  (1034)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag