Quante volte…troppe.

Quante volte…troppe

il giudizio per noi stessi

è … lama trafiggente

nel colmar la dose

d’amarezza e dispiacere

perchè non sei compreso.

Quante volte…troppe

il pensare di noi stessi

è … disonesto d’ambiguità

nel rincarare di peso

accusandosi come vigliacchi

per il non coraggio assurdo

di esser impediti di soluzione.

Quante volte…e troppe

ci arroghiamo diritti come editti

è … l’ingiustizia peggiore

che infliggiamo a noi stessi

come fossimo protagonisti

in questa gran pagliacciata

che chiamiamo vita.

Quante volte…e troppe

non ascoltiamo cuore

è … solo paura

che è lì a governare sempre

come fosse così ardito

esser uomo innanzi a specchio

esser uomo innanzi a vita

mentre quante volte…troppe

neanche siamo onesti con noi stessi

sapendo quanto ancor ci manca

per dirsi…sono uomo…

  (514)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag