La mia culla.


Questa baia è la mia culla

dove mi sento protetta

dove guardo il mondo

come una finestra aperta

dove guardo il nascosto

come sbirciando la vita che va.

E’ una passerella di vite

su una spiaggia variegata

piena di storie vissute

e..di fughe da sè e..d’arrivi persino.

E’ un miscuglio strano di corpi

di tutte le fattezze,di colori,di odori

e poi.. di anime tante

sole,consapevoli o no,allegre o tristi

ignoranti sè stesse nella povertà

consapevoli di sè nella ricchezza.

E’ la vita che fugge da sè

nei sogni e nella realtà

nei bisogni e nelle certezze

e..rincorre così se stessa nella fuga

per non voler pensare o non saper pensare

per non prendere visione mai

di quanto l’umanità può essere bella

e di quanto perdendo identità si è brutti.

E’ un’esperienza unica

questa baia che è la mia culla

dove spazio nello sguardo altrove

dove sono canzoniera di me stessa

e posso dare gloria all’universo

in un prendere da me tutto il sacro

porgendolo a manciate

sì…come coriandolo.

  (1001)

One thought on “La mia culla.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag