E …sei…

Immenso che m’appaghi

d’emozione che è bella

rende il mio specchiarmi

sinfonia di blu

nell’immenso me

che prorompe trasparente

quasi fosse risposta

all’agitar della sinfonia

che concerta in me.

E’ una sinfonia d’archi

come rispecchianti

d’una soffice aerosità

che sazia di colmo

quasi che così

non posso desiderare altro.

Lo sguardo incantato

è quel non voler dimenticare

l’inverosimile nel simile

quasi che le due intensità

…improvvisamente unite

creano solo simbiosi

nella purezza del vedere

nella dolcezza che pervade

quasi d’estaticità

fermo in me

persino il battito

che creerebbe solo vita

nell’attimo che muori

ribatte il battito

e…sei…vivo

e…sei…sapiente…

  (290)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag