Vasto come mare…

Venticello soffice di senso suo

smuove odori che destano dentro

leggiadria di comunione

nell’essere serena accettazione

in quei perdoni cosi’ evoluti

verso il perche’ vasto come mare

dei sensi proprii nelle storie.

Decantano esse le persone

…vittoriose o sconfitte

dalle personali sapienze

ignorando poi lo scopo d’esse

quando vogliono catalogare

e poi giudicare mentre siamo o meno

soggetti che nell’inconsapevolezza

si fregiano d’essere o non essere

basandosi prevalentemente sull’apparenza

quando poi e’ falsata dai pregiudizi

creanti voragini di falsi ideali

nel marasma esistenziale.

Venticello apre il cielo

liberato man mano da nubi

cosi’ che il sole possa attraversarle

e…rendere celestita’  all’infinito

accostandosi a tanta bellezza

nel cinguettio festoso intorno

di piccoli che provano a volare

dondolandosi sui fiori che l’accolgono

nel profumo intenso d’amore

che si propaga come festa…

 

 

  (1204)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag