Piovre…

Figli piovre ho visto

neanche nel dolore uniti

a porgere l’obolo d’addio

a chi e’ morto a vita

nell’essere stato creante

di quella bruttezza…ora

cosi’ evidente nell’apparente.

E’ un apparente recepito

come una spada che affonda

quel principio di dolore

nel piegarsi all’arresa

di non provare strazio

per chi muore e ti lascia

per chi muore e s’allontana

magari vedendo da lassu’

quanta apparenza ci puo’ essere

persino nel dolore

persino dinnanzi alla morte

…Signora di noi tutti

che ci verra’ a trovare all’improvviso

nell’unica possibile uguaglianza

che e’ la fine unificante.

Figli piovre ho guardato dentro

senza neanche un po’ di pianto

senza pieta’ che sempre e’ li’

a dire addio a quel genitore vecchio

che fino all’ultimo istante era qui

a benedire tutto cio’ che e’ vita

anche voi piovre che non esprimete

il disagio della perdita reale…

 

  (802)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag