Dentro l’ombra arresa…

Dentro la penombra

…di colori sbiaditi

piangenti d’inverno

sembra…l’intenso

perdersi nel lontano

come fosse afferrato

nella pioggia dal vento

che s’apre al trasporto

di spettri fantasmi.

Nel tempo di nebbia

dove il sole

non riesce ad uscire

sembra…risucchiato

da nuvole grigie

galoppanti di corsa

sopra onde giganti

che mangiano spiaggia

quasi affamate di terra

dove poggiano

…l’ultimo spasmo.

Ovattoso che ombra

lo smagliante dimenticato

dentro un vago ricordo

d’un tempo diverso

quando brilloso di sè

ci regala armonioso.

Nel vento s’arruffano

quei capelli sbattuti

mentre scrivo fermando

l’arresa dentro l’ombra…

  (295)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag