Il confronto…

Le onde si rincorrono

in quell’apparire ogni tanto

…di bianca spuma

nei mille colori

…dell’infinito spazio.

E’ liberta’ che sovviene

…un simbolo che e’ qui

dinnanzi al mare increspato.

Il mare e’ libero d’esprimere

…i suoi mutamenti

senza divieto di sorta

…esprime se stesso sempre

quando e’ piatto

quando e’ mosso

mentre il signor vento

l’aiuta nello splendore

…rincorrendo le onde

con quel soffio birichino.

L’uomo e’ prigioniero

…di divieti assoluti

dai quali non sa fuggire

incapace di prendere se’

rincorre con l’aria di vittima

…le chimere dei sogni

illudendo se stesso per gioco

…senza l’ascolto minimo

d’ogni divenire eterno

attraverso il mare che vorrebbe

…urlarci nel vento

di finirla di…prendersi in giro

tanto e’ più facile far le vittime

e non i protagonisti di noi stessi.

 

  (1504)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag