Desiderata panchina…

C’è una panchina

che…racchiude l’arrivo

e…quando potrò sedermici

lì…davanti ad un immenso

ecco…vorrà dire

che il sogno è realtà.

E’ una panchina locata

dove non posso andare

dove mi è vietato

dove il cancello è sbarrato.

La sfida non è…scavalcare

…il cancello

e…prendere possesso

è troppo facile rubare

con la tracotanza…un posto.

Dovrò arrivarci piano

…con l’invisibilità

…con leggero e leggero andare

con amore…aprirò il cancello

con dolcezza… apprezzerò l’immenso

con gioia…potrò sedermici

con felicità aprirò quell’eterno

perchè è la panchina mia

quasi il posto del sogno

dove sarò regina.

Davanti a sè ha l’oceano

scriverò all’impazzata

come folgorata da saette

fatate immersioni nell’oltre

nella dimensione d’anima che sarà

un… sbriciolarsi d’emozioni.

E’ la panchina del cuore

dove non sarò mai più sola

forse sarà la morte

che pareggerà il conto.

Si azzererà il conticino

e potrò anche morire

o…ricominciare a vivere…

  (1417)

One thought on “Desiderata panchina…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag