I…quanto…

Quanto strazio e dolore

e quanto non detto ingoiato

e quanto ingiusto non ha senso

e quanto frammento diventa baratro

e quanto non pianto rimane sospeso

e quanto appuntito fa squarcio

e quanto fragile puo’ camuffarsi

e quanto abbandono si paventa

e quanto sacrario puo’ concretizzare

e quanto perso non sara’ mai piu’

e quanto bisogno s’affoga di norma

e quanto perdono non puo’ espandersi

e quanto amare puo’ diventare altro

e quanto muto rimane sepolto

e quanto arrivo puo’ essere compito

e quanto sguardo e’ senza luce

e quanto addio puo’ trasformare

e quanto corpo non ha piu’ sostanza

e quanto ricordare puo’ essere subisso

e quanto percorso e’ senza l’arrivo

e quanto aspettare puo’ essere illusione

e quanto parlato non rende l’idea

e quanto vuoto non riesce a colmarsi

e quanto rabbioso non trova la strada

e quanto ricordo non sara’ presenza

e quanto urlo rimane soffocato

e quanto disagio diventa abitudine

e quanto continuo dubita d’essere

e quanto legame rimane sommerso

e quanto amore diventa spezzato…

 

 

  (208)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag