A Silvia…

La mia piu’ piccola figlia

tiziana di capelli

singolarita’ d’antichi avi

lungo la nostra origine

d’una famiglia cosi’ singolare

fatta di tanto tornare qui

sulla terra per eccellere

con una sensibilita’ comprovante

dal variegato modo di esserci.

Silvia sensibile e posata

eccola esercitare la sua impronta

nel suo modo di vivere

in conformita’ al dettato d’anima.

Spazia la sua indubbia intelligenza

a cercare di portare verso i suoi affetti

il costrutto cosi’ impresso dentro se’

nell’innumerevole cambiamento

che crescere porta a conoscenza

d’un incondizionato dare amore.

E’ lontana ma vicina al mio cuore

ogni volta che la sento simile a me

in qualche tratto che ci appartiene.

Legge tanto e cio’ la rende aperta

nel sondare e cercare e non trovare

il nesso di cio’ che siamo come uomini

con la responsabilita’ del suo compito

nel crescere il suo angioletto con impegno.

Oggi e’ il tuo onomastico e piu’ tardi ti sentiro’

con l’amore che comprova il nostro legame

nell’eternita’ inspiegata delle corrispondenze

quelle che uniscono le scelte di essere insieme

nel grazie d’averti accolto nel corpo mio

per fare di te un’ottima umana che a sua volta

mi ha scelta come madre semmai ci sono riuscita.

Grazie piccolo fiore.

Grazie piccola e grande d’essenza.

 

La tua mamma

 

  (217)

2 thoughts on “A Silvia…

  1. Ciao mamma. Ho letto la poesia. Grazie per le tue parole. Sono molto contenta dell’opinione che hai di me. Ho impiegato molto tempo per imparare ad amarmi. Ne ho sprecato molto a cercare una spiegazione logica per cose che con la razionalità non avevano nulla a che fare. Oggi amo. Lascio la frase così senza un soggetto che corrisponda. Grazie mamma di avermi fatta nascere. Se ti ho scelta io o viceversa non lo so. Ma visto che siamo qui sulla Terra insieme, amiamoci e guardiamo avanti. Con amore. (e altro) Silvia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag