Gesti…

Gesti usuali…comuni

che ogni giorno si svolgono

per iniziare un giorno nuovo

e…per finirlo avendo imparato di te

piu’ di quanto t’aspettavi

piu’ di quanto pensavi.

Eppure ogni gesto

si svolge anonimo di senso

…quasi avvolto dalla noia

…quasi vicino alle abitudini

…quasi accanto senza pesarli

per quel che invece sono

nel proseguo d’atteggiamento

diverso se tu sei diverso.

Eppure ogni gesto

s’avvicina allo strano modo

d’intendere il tempo tutto uguale

mentre muti la tua esistenza

proprio attraverso il gesto d’ascolto

quello porto a te stesso consapevole

d’attraversare il tempo cosi’

con la superficialita’ senza attenzione

che non ha dignitoso passo

svolgendo l’esistere nello spreco

in quell’occasione di domanda

mentre risponde la vita

che bussa senza posa d’esperienza

con gesti usuali…comuni

guardati con l’orgoglio dovuto

d’essere solo inizio d’un percorso…

 

  (220)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag