Verso…

L’infedelta’ alla vita

rappresentata dai dinieghi

verso la naturale forma di realta’

cosi’ vicina che…diventa poi…miraggio

per l’illusione d’appartenere

a quell’esaltata categoria umana

che continua  a credere alla divisione

fuggendo dalla forma di realta’ unita

che ci rende di scopo…magnificenza

se…non si negasse la vita.

Perpetuare fino allo stremo

quel mancato di se stessi

cosi’ poco analizzato per coerenza

verso quel nascondimento non compreso

d’esser pieni di frastuono generale

che ci limita sempre di piu’

affinche’ si possa catalogarsi

come vittime senza sforzarsi un po’

di comprendere che non e’ verita’

per quanto e’ solo piu’ facile dirsi

la bugia che ci comanda senza dare

quell’evoluzione che compete a tutti

d’esser per lo meno consapevoli

di una stranezza usata per scusa

indi non poter fare altro che assuefarsi.

L’infedelta’ al proprio cammino

diventa perpetuare meglio usi abituali

che diventano cosi’ quanto si e’ vigliaccheria

nell’incapacita’ di dono che per-dono ereditato

non legittimato neanche un po’ per quel che e’

rimane li’ verso il perpetuo di lapidare vita…

 

 

 

  (182)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag