Per quanto…

Essere nell’eterno

in quel sentire l’arresa

verso cio’…mai afferrabile

d’un senso di fascino

che oltremodo squarcia di te

la perenne ineluttibilita’

d’un significato oltrapassativo

d’una strana vicenda

chiamansi…vita

…per quanto breve

…per quanto vissuta

in quel lasso limitato

d’una breve e semplice parentesi

…cosi’ chiusa nel suo percorso

…cosi’ chiusa nel suo tempo.

Eternita’ nell’avvicendarsi

d’onde sapienti di perche’

nel moto che sara’ sempre

l’insegnamento d’un lasciarsi andare

nella lezione silente d’un substrato

nell’ampiezza d’una accondiscendenza

mentre entri nel movimento

nella trasparenza del divenire

…parte d’una goccia infinitesimale

che rende l’ampiezza del totale

mentre il suo canto eterno

s’insinua felicemente a dare

quella similitudine della natura

che si spiega nel silenzio infinito

d’un attimo che pare eternita’…

 

 

  (190)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag