Quando diventa…

Quanta diffidenza sento

verso coloro che ruotano ancora

intorno al comune dolore

di quella non visione totale

d’un mondo che desidera

…la comunione d’intenti

quando si rapportano alla superficie

in quel non provare solo un po’

a capire lo scopo d’esser qui.

Quanto dolore ascolto

di tutti e tanti che sopprimono se stessi

nell’incapacita’ di rendere lustro

a cio’ che puo’ essere un’individualita’

che zavorrata dai preconcetti imparati

si porge alla ricchezza simbolo

senza considerare che gia’ cosi’ si e’ ricchi.

Il sole e’ d’ogni mattino

il simbolo del dare amore incondizionato

il legame della vita con noi tutti

il modo d’esplicare gratuito solo vita

il moto d’un uguale che abbraccia il mondo

il raggio d’un parlato che e’ muto.

Quanto sole diventa abitudine

perche’ non porgiamo neanche un grazie

alla vita…al dolore…al cambiamento

all’accorgersi…al pensiero…all’incanto

mentre si diffida e s’ascolta solo indifferenza

nei giorni solo uguali al precedente

nei giorni solo paura di pesarsi

nei giorni solo senza sole ne’ speranza…

 

 

  (275)

One thought on “Quando diventa…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag