Il vero peccare…

Pesanti rapporti

coabitano nelle improprieta’

quelle derivate da “devianze”

originate da mai interrogazioni

perche’ l’individuo possa e debba

…esprimere si’…quando non e’ obbligato

come se…ogni rapporto siffatto

fosse sorretto da non valorizzarsi

ed e’ cio’…peccare davvero.

Non rendere al mondo

ma soprattutto a se stessi

…la dignita’ della vita

e’ la regola d’offesa perpetuata

ai danni della vita stessa

quand’essa e’ tutt’altro

quand’essa e’ molto di piu’.

Preconcetti giudicanti

sono mezze misure create

affinche’ lo sciupio d’ogni rispetto

viene a calpestare la dignita’

misura del sentirsi  onorato

dell’esser preposto a cercar d’essere

quell’espressione di altezze

nella vetta  di valore acquisibile

da quanto ami te stesso

da quanto sai di possedere

come anime…come corpi…come menti

come esseri speciali anzi…specialissimi

che hanno il dovere di conoscenza

verso il salire d’un senso

senza gettarlo via per sopravvivere…

 

  (223)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag