L’illimitato…

La linea scura

dell’orizzonte dritto

pare non aver dubbio

in quella linea cosi’ evidente

che delimita uno spazio

dove non puo’ esserci

il dubbio d’un mondo altro.

E’ una sicurezza

non oltrepassare l’oltre

specie quando l’illimitato

crea la paura dentro

di essere non partecipativi

alla consuetudine che limita

ogni grandezza in piccolezza

senza l’interscambio dimensionale

che ogni variabile e’ plasmabile

proprio dal sentire…l’infinitezza

come se fosse ovvia la vastita’

come se fosse la possibilita’…ascolto

di quel mondo che diventa modale

proprio perche’ il dubbio amplia

quel chiedersi…per vedere

quel variato…per occasione

di sorvolare la certezza comoda

nel credere che tutto e’…limitato

oltre il proprio mondo…delimitato

da…orizzonti schierati per difesa

in modo che non possa mai esistere

la possibilita’ d’oltrepassare

quella reale apertura al nuovo…

 

  (294)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non si possono utilizzare attributi e tag